| Main | Link1 | Link2 | Link3 | Link4 | Link5  | link6 | link7  | link8  | link9  | link10 | link11 | link12 | link13 | link14 | link15 | link16 | link17 | link18 | link19 | link20| link21 | link22 | link23| link24 | link25 |  link26  | link27 | link28 | link29 | link30 | link31 | link32 | link33

 

 

   ENIO HOME PAGE

 

4 luglio 2018 - Ci potevo lasciare la buccia

Oggi 6 luglio dell'anno 2018, sono di nuovo a Francavilla a prendere il sole. Questa volta col cappellino in testa e sotto l'ombrellone dalle 8.30 alle 12, poi a casa al fresco di Chieti

 

La mia giornata era incominciata tranquilla, come tutte le altre, sveglia alle sette, collegamento ad Internet per vedere la posta dei miei followers che mi seguono su facebook. Alle 8,30 a Francavilla al mare a prendere il sole e a fare il bagnetto. Tutto secondo le regole e secondo la previsione bagno di 60 minuti e poi il sole per asciugare. Nell'alzarmi l'orizzonte si è messo ad oscillare davanti agli occhi e tutto quello che non ti aspetti si verifica in un attimo. Tachicardia, qualche extrasistole, accelerazione del battito cardiaco e la necessità che qualcosa stava succedendo. Mi sono sdraiato sul lettino con un mezzo chilo di ghiaccio fornitomi dal bagnino ad aspettare gli eventi. L'ambulanza è arrivata puntuale e io, consigliato da un dottore che prende il sole nell'ombrellone a fianco al mio, mi sono fatto accompagnare all'ospedale di Chieti per un ulteriore controllo. Adesso vi lascio al racconto di Donatella , mia moglie , che è quella che si è resa conto dell'intera situazione. Io ero sballottato dagli eventi e mi lasciavo trasportare all'ospedale.

 

Ora che è passata ve la racconto.... Una "tranquilla" giornata di luglio, caldo torrido esploso improvvisamente, al mare. 4 luglio 2018. Erano già 5 ore che eravamo in spiaggia, Enio, pochi capelli, senza cappello, molto in acqua sotto il sole cocente e... Il mio adorato uomo, nonchè marito da molti anni, mi dice di sentire qualcosa che non va. il braccio e la gamba sinistra si muovono a scatti, non riesce a stare in piedi, si sente "pendere" a sinistra. Cuore in tumulto, il mio, il suo è quasi in fibrillazione. Chiamo d'urgenza il bagnino, contemporaneamente si avvicina il dottore, nostro compagno d'ombrellone da molti anni. mi dice di stare tranquilla, mio marito non è confuso ma i sintomi sono comunque gravi. Viene chiamata la Croce Rossa, a sirene spiegate lo trasportano al P.S. dell'ospedale di Chieti. Ora gli viene il vomito e un forte mal di stomaco. I dottori cominciano ad indagare. Tac alla testa negativa, nessun segno di pregresso ictus, ecografia alle carotidi nella norma, esami di routine negativi a parte un calo degli elettroliti, fatto pericoloso per un ex infartuato portatore di valvola meccanica aortica. Enzimi per la ricerca di un infarto in atto negativi. Flebo fisiologica in vena con Plasil per il problema dello stomaco. Piano, piano sta riconquistando l'uso degli arti, fra non molto riuscirà a stare in piedi però decidono di trattenerlo per 24-48 ore in osservazione breve intensiva. Ieri è tornato a casa, l'ho visto arrivare dalla finestra, me lo sono stretta al cuore come fosse la prima volta che lo abbracciavo. Non scapparmi, Enio, ti amo.

 

 

Sono uscito dimesso dall'ospedale allo scoccare della 20 ora di ricovero dopo aver fatt0 i necessari controllo. Una TAC per escludere micro ictus o versamenti all'interno del cranio. Visita Neurologica e Eco-cardio delle Carotidi. Tutto entro la norma per un 71 enne di 92 kg di peso. Controllo della Glicemia (130) e analisi totale del Sangue per escludere guai peggiori. Prescrizione della mia terapia e poi nanna. Sveglia alle 6 per altro controllo del Sangue e della Glicemia a digiuno (109) per vedere se ci sono stati miglioramenti. Ricontrollo delle carotidi con un nuovo Eco-cardio fatto ad personale qualificato, non quello del pronto soccorso (fato da chirurghi che avevano stabilito la non necessità di interventi) e quindi la lettera di dimissioni. Ero al mare e sono andato a casa con il pigiama e le ciabatte, contento. Oggi alle 8.30 ero di nuovo al mare, l'unica differenza e che sono stato fino alle 12 sotto l'ombra della palmetta e con in testa un bel cappello, quello che indossava la mia mamma, se Donatella mi manda le fotografie, ve lo posto quì senza timore.

 

 

 

... ciao

 

 

| Main | Link1 | Link2 | Link3 | Link4 | Link5  | link6 | link7  | link8  | link9  | link10 | link11 | link12 | link13 | link14 | link15 | link16 | link17 | link18 | link19 | link20| link21 | link22 | link23| link24 | link25 |  link26  | link27 | link28 | link29 |  link30  |  link31 | link32  | link33

ENIO HOME PAGE