Main Page

Back Page ENIO HOME PAGE

 

Anno Mille Novecento Quarantasette

Anno Domini 1947, arrivo al mondo in una notte di novembre, a Chieti, il giorno 24, mia madre mi partorisce in casa.

Lucia Bosč

Il giorno che io sono nato era il ventiquattro di novembre del 1947 e quell'anno, come del resto gli anni a seguire si č svolta l'elezione di Miss Italia. Vinse una bellezza a lungo sognata dagli italiani di quegli anni cinquanta, la splendida Miss Italia nel 1947 e, subito dopo, diva consacrata da registi quali De Santis, Antonioni e Bunuel. Stiamo parlando naturalmente di Lucia Bosč, ancora oggi affascinante e spiritosa nel suo look blu elettrico: di questo colore infatti la popolare attrice si č tinta i capelli per esser pių "celestiale"! Da lungo tempo, la Bosč coltiva una passione insolita ed originale: quella per gli angeli, ai quali in Spagna, sua patria d'adozione ormai da quarant'anni, e cioč da quando sposō il celebre torero Dominguin, ha trovato casa dando vita ad un museo interamente dedicato proprio alle creature celestiali. L'elezione č avvenuta a Stresa, e le miss che posarono per i fotografi sono raffigurate quė sotto in una foto rarissima dell'epoca. Sono 

riconoscibili, da sinistra, quattro ragazze divenute poi famosissime: Lucia Bosč, Gianna Maria Canale, Gina Lollobrigida ed Eleonora Rossi Drago. Questo č l’anno d’oro di Miss Italia: fra le concorrenti c’č mezzo cinema

italiano. In gara appunto Lucia Bosč, sedicenne, che vince; seconda arrivō Gianna Maria Canale, zia dell’annunciatrice televisiva, Alessandra; terza Gina Lollobrigida, 20 anni; quindi Eleonora Rossi Drago, 22 anni, che perō (sposata e madre di una bambina) non rientra nella graduatoria finale. Silvana Mangano quell'anno č Miss Roma, ma rinuncia a gareggiare per il titolo di Miss Italia. Una foto che ritrae la Bosč in sottoveste e con la sigaretta fra le labbra, seduta sul letto, fa il giro d’Italia e suscita scandalo: solo pių tardi viene chiarito che Lucia ha posato per il provino del film "Cronaca di un amore". La sua partecipazione fa parte degli aneddoti del concorso: commessa nella pasticceria della zia, in Piazza del Duomo, a Milano, la ragazza, una mattina, riceve i complimenti dell’edicolante della zona: "stai proprio bene in quella foto", le dice. "Quale foto?" Lucia trasecola: "E adesso, chi lo dice a papā e mamma?". Era accaduto che alcuni amici avevano mandato la sua fotografia a una delle riviste incaricate di selezionare le ragazze per Miss Italia. A casa di Lucia sono molto severi e si placano soltanto quando si convincono che l’iniziativa non č sua.

 

 

Back Page ENIO HOME PAGE

 

Main Page